Regolamento della sede locale ADI-Ancona

7 12 2010

REGOLAMENTO DELLA SEDE LOCALE ADI-ANCONA (PDF)

Approvato dall’Assemblea dei Soci il 07/12/2010.

Art. 1 : Costituzione di ADI-ANCONA

E’ costituita la sede locale di Ancona dell’Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani (ADI) che assume la denominazione di ADI-Ancona (ADI-AN). Le fonti normative di ADI-AN sono lo Statuto e il Regolamento Nazionale dell’ADI ed il presente Regolamento Locale.
La sede locale di ADI-AN collabora con l’ADI nazionale nei termini e per gli scopi previsti dallo Statuto.
La sede legale di ADI-AN è l’abitazione del suo Segretario, fino a quando la stessa non disponga di una propria sede. L’anno sociale ha inizio il 1° gennaio di ogni anno e finisce il 31 dicembre.
ADI-AN non ha fini di lucro.

Art. 2: Soci di ADI-Ancona

Sono soci di ADI-AN gli iscritti all’ADI che abbiano scelto Ancona come sede locale di riferimento. L’iscrizione ad ADI-AN non è compatibile con l’iscrizione ad altre sedi locali ed implica l’accettazione del presente regolamento e delle fonti normative indicate all’art. 1. Le norme che regolano il tesseramento sono quelle stabilite dallo Statuto dell’ADI, dal Regolamento Nazionale e dalle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione dell’ADI all’atto dell’iscrizione. I soci di ADI-AN che dispongono di un recapito di posta elettronica sono iscritti a mailing-list e forum che la associazione provvederà di disporre.
Sono Soci con diritto di voto tutti gli iscritti all’ADI-AN in regola con il pagamento delle quote associative.
Dalla scadenza dell’anno sociale è tollerata una morosità di sei mesi, dopodiché il socio che non ha rinnovato la propria iscrizione decade, perdendo altresì il diritto di voto nell’assemblea dei Soci.

Art. 3: Organi e cariche sociali di ADI-Ancona

Gli organi di ADI-AN sono l’Assemblea dei Soci ed il Consiglio Direttivo. Le cariche sociali sono: il Segretario, il Rappresentante di ADI-AN nel Consiglio di Amministrazione dell’ADI nazionale  ed il Tesoriere.

Art. 4: Assemblea dei Soci

L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano di ADI-AN. L’Assemblea è la sede principale di decisione, di dialogo e di raccordo fra le istanze degli associati ed il Consiglio Direttivo.
Partecipano all’Assemblea dei Soci tutti gli iscritti all’Associazione locale in regola con il versamento della quota associativa. Possono altresì partecipare alle riunioni dell’Assemblea, in qualità di uditori, anche persone non iscritte all’ADI. I soci possono farsi rappresentare nell’assemblea da un altro socio tramite delega. La delega deve essere consegnata od inviata al socio di fiducia ed al Segretario. Sono accettate sia la forma cartacea sia la posta elettronica. Ad un socio possono essere attribuite al massimo due deleghe.

a) Modalità di convocazione dell’Assemblea
L’Assemblea dei Soci è convocata tanto in sede ordinaria quanto in sede straordinaria dal Segretario, su indicazione del Consiglio Direttivo. Su istanza di almeno 1/3 dei Soci di ADI-AN il Segretario deve convocare un’Assemblea dei Soci straordinaria. L’istanza di richiesta con in calce i nominativi dei soci richiedenti, le loro firme e le motivazioni, deve essere presentata al Segretario, il quale convoca l’assemblea entro due settimane dalla ricezione, con un preavviso ai soci di non inferiore di 5 giorni.
L’assemblea ordinaria dei soci si riunisce almeno due volte all’anno. Il Segretario provvede alla convocazione mediante e-mail indirizzata a tutti i soci iscritti alla mailing-list e tramite pubblicazione sul sito dell’ADI-AN, comunicando ordine del giorno, luogo e data dell’assemblea con almeno una settimana di anticipo. È compito del Segretario garantire la massima diffusione della convocazione e comunicare eventuali rinvii con un preavviso di tre giorni.

b) Compiti dell’Assemblea dei Soci
Il Segretario presiede l’Assemblea dei Soci.
La constatazione della regolarità delle deleghe e del diritto di intervento alle assemblee spettano al  Segretario. Tanto l’Assemblea ordinaria quanto quella straordinaria sono valide in prima convocazione con la presenza della metà più uno dei soci. Trascorsi 30 minuti dalla prima convocazione, l’Assemblea è regolarmente costituita in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei soci presenti.
All’Assemblea spettano i seguenti compiti:
in sede ordinaria:
– eleggere i componenti del Consiglio Direttivo, ad esclusione delle cariche tecniche;
– discutere e deliberare sui bilanci consuntivi che il Consiglio Direttivo le sottopone;
– deliberare sulle direttive d’ordine generale di ADI-AN;
– deliberare in materia di Regolamento Locale (approvazione e modifiche).
– deliberare su ogni altro argomento di carattere ordinario sottoposto alla sua approvazione dal Consiglio Direttivo o da un terzo dei soci
in sede straordinaria:
– deliberare sullo scioglimento di ADI-AN;
– deliberare su ogni altro argomento di carattere straordinario sottoposto alla sua approvazione dal Consiglio Direttivo o da un terzo dei soci.

Le decisioni dell’Assemblea in sede ordinaria sono valide se, comprese le deleghe, sono approvate dalla maggioranza assoluta dei soci presenti. Le decisioni dell’Assemblea in sede straordinaria sono valide se, comprese le deleghe, sono approvate dalla maggioranza assoluta dei soci.

Art. 5: Consiglio Direttivo, C.D.

a) Composizione
Il Consiglio Direttivo (C.D.) è l’organo di coordinamento e gestione della vita sociale di ADI-AN.
I consiglieri sono eletti dall’Assemblea dei Soci e rimangono in carica un anno. I Consiglieri possono essere rieletti, anche consecutivamente, senza alcun limite. Il C.D. è composto dalle 3 cariche sociali (Segretario, Rappresentante di ADI-AN in seno al C.d.A., Tesoriere) e da un Rappresentante per ogni Facoltà dell’Ateneo ove presente.

b) Elezioni e modalità
In occasione del rinnovo annuale del C.D., il Segretario indice le elezioni fissando la data di convocazione dell’Assemblea dei Soci. Egli ne dà comunicazione ai Soci attraverso la mailing-list ed il sito web, con almeno 20 giorni di anticipo. Coloro i quali intendono esprimere la propria candidatura devono comunicarla al Segretario almeno 10 giorni prima dell’assemblea. I nominativi dei candidati verranno pubblicati sul sito di ADI-AN almeno 5 giorni prima dell’assemblea dei Soci. Prima di procedere all’elezione del nuovo C.D., il Segretario comunica all’Assemblea dei Soci i nominativi dei candidati.
L’elezione delle cariche del C.D. avviene a maggioranza assoluta. Qualora nessuno dei candidati raggiunga la maggioranza assoluta si procederà al ballottaggio tra i due candidati più votati.
Ogni Facoltà dell’Ateneo di Ancona ha diritto ad un proprio rappresentante nel C.D. che viene eletto soltanto dai soci ADI afferenti alla relativa Facoltà. L’elezione di tali cariche avviene a maggioranza relativa.
Tutte le votazioni avvengono in forma palese.

c) Funzionamento
Il C.D. è in collegamento telematico permanente attraverso la mailing-list adi-ancona@googlegroups.com, e si riunisce fisicamente almeno una volta ogni tre mesi. Il C.D. può decidere di far partecipare alle riunioni, ed aggiungere alla suddetta mailing-list, anche cariche tecniche ed altri soci, senza diritto di voto.
Per sottoporre una delibera all’Assemblea dei Soci è sufficiente che sia proposta da almeno 1/3 del C.D..
Le riunioni del C.D. sono indette, almeno una settimana prima dal Segretario, tramite convocazione e con la specificazione dell’Ordine del Giorno. Le riunioni hanno validità se risultano presenti in prima convocazione la metà dei Consiglieri più uno, e in seconda convocazione dopo trenta minuti un terzo dei Consiglieri più uno.
Le delibere sono approvate, per ciascuna convocazione, con la maggioranza dei voti dei presenti. In caso di parità, si procede ad una seconda votazione. Nel caso di persistenza della parità, prevale il voto del Segretario.
Un consigliere assente può delegare un altro consigliere del direttivo a rappresentarlo alla riunione, tramite delega cartacea o elettronica indirizzata al socio di fiducia e al Segretario. Ad ogni consigliere può essere affidata una sola delega.
Chi si assenta dal C.D. per motivi di ricerca o di salute, deve comunicarlo in forma cartacea o elettronica al Segretario. Il C.D. provvede a nominare un sostituto pro tempore al suo interno. Nel caso in cui l’assente sia un Rappresentante della Facoltà, il C.D. provvede a nominare un sostituto pro tempore su indicazione dell’assente.
Il C.D. delibera sul trasferimento della Sede dell’Associazione.

Art. 6: Cariche sociali e tecniche

a)Il Segretario
Il Segretario rappresenta ufficialmente ADI-AN, in particolare nei confronti dell’Università, degli Enti e delle istituzioni locali.
Egli inoltre:
– convoca e presiede l’Assemblea dei Soci ed il Consiglio Direttivo di ADI-AN;
– indice le votazioni per le delibere;
– promuove la raccolta di iscrizioni e rinnovi all’ADI, affidandone gli aspetti operativi al segretario e al tesoriere;
– invita i soci a partecipare attivamente al dibattito ed alle attività delle associazioni attraverso ogni forma: partecipazione alle assemblee, discussioni che avvengono per mezzo di forum o mailing list;
– definisce le cariche tecniche dietro suggerimento del C.D.
– organizza l’attività e le iniziative pubbliche della sede locale.

Il Segretario affida, tra i soci dell’ADI-AN, l’incarico di webmaster e di altre eventuali cariche tecniche di ADI-AN, in accordo con le indicazioni del Consiglio Direttivo.

b) Il Rappresentante di ADI-AN in Consiglio di Amministrazione Nazionale
Il Rappresentante di ADI-AN nel C.d.A. dell’ADI nazionale mantiene i collegamenti con le strutture nazionali dell’associazione.
Egli deve:
– partecipare ai lavori del C.d.A. attraverso le riunioni e l’apposita mailing-list adi-cn@googlegroups.com
– partecipare alle votazioni del C.d.A.;
– partecipare alla Assemblea dei soci Nazionale, anche mediante delega, di norma conferita ad uno dei membri del C.D.

Il rappresentante in C.d.A. è tenuto a rappresentare la volontà del C.D. di ADI-AN nei lavori e nelle votazioni del C.d.A.
Il Rappresentante in C.d.A. informa i Consiglieri del C.D. locale per via telematica sulla indizione di mozioni di voto a livello nazionale e le indice a livello locale. Alle mozioni di voto partecipano i membri del C.D. Ciascun membro del C.D. esprime il proprio voto palese. L’approvazione della mozione di voto richiede la maggioranza assoluta. Nel caso nessuna opzione di voto raggiunga la maggioranza richiesta, si procede con il ballottaggio fra le due opzioni che hanno ricevuto più voti.
Il C.D. informa e consulta i soci sulle mozioni proposte dal C.d.A.
E’ compito del rappresentante informare il C.D. ed i soci attraverso il sito e la lista ADI-AN dell’esito delle mozioni di voto e di tutta l’attività del C.d.A. nazionale.
Il rappresentante è tenuto a riferire al C.d.A. le attività della sede locale.
Inoltre, coadiuva il Segretario nella organizzazione di attività ed iniziative pubbliche della sede locale.

c) Il Tesoriere
Il tesoriere è responsabile della cassa di ADI-AN, in accordo con la tesoreria nazionale dell’ADI. Inoltre,
– raccoglie le quote sociali e trattiene la parte spettante alla sede locale;
– opera attivamente per ottenere fondi e sovvenzioni per l’associazione;
– eroga i rimborsi ed i pagamenti in base alle indicazioni del Consiglio;
– presenta al Consiglio una relazione semestrale sui movimenti di cassa e redige il bilancio annuale;
– mantiene aggiornati gli elenchi dei soci;
–  redige i verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo e dell’assemblea dei soci;
– E’ scrutatore nelle votazioni del C.D.
– è responsabile del tesseramento e del trattamento dati di ADI-AN, in accordo con la gestione tecnica dell’ADI.

d) Rappresentanti di Facoltà
Il Rappresentante di Facoltà mantiene i collegamenti tra il Consiglio Direttivo e i soci appartenenti alla Facoltà che rappresenta. È compito del rappresentante esporre al C.D. ed all’Assemblea dei Soci le problematiche specifiche di ogni singola Facoltà, coordinare e sviluppare le attività rivolte alla risoluzione delle problematiche suddette.

Il Consiglio Direttivo può definire altre cariche al proprio interno, al fine di suddividere i compiti e perseguire i fini istituzionali dell’ADI. A questo scopo il Consiglio può anche istituire dei gruppi di lavoro o sottocommissioni, costituite da organi del direttivo, da soci e/o da semplici simpatizzanti. Il loro operato dovrà essere sottoposto all’approvazione del C.D.

Ognuna di queste cariche sociali o tecniche può essere rimossa, per gravi motivi, a seguito di una mozione approvata dai due terzi del Consiglio Direttivo. In caso di dimissioni o di necessaria sostituzione di una delle cariche sociali, l’Assemblea dei Soci si riunisce e provvede ad una nuova elezione.

Art. 7: Modifiche al regolamento

Le proposte di modifica al Regolamento possono essere presentate da 1/3 + 1 del Consiglio Direttivo o da almeno 1/3 soci di ADI-AN in regola con l’iscrizione e vengono approvate dall’Assemblea dei Soci con maggioranza di 2/3 dei votanti.

Approvato il 07/12/2010 dall’Assemblea dei Soci

Leggi in PDF

Annunci

Azioni

Information




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: